The song of the Guanal, L.F. Mastropietro

The song of the guanal

There’s a lake inside of me

Immense lake and obscure

Lighting up with bolts

At night

If I shut my eyes tight

I can see it sinking

Into my center

To infinity

Tomorrow

I will immerse myself

Body and soul

In its waters of black light

And see everything

With my eyes shut

A friend will wash my clothes

And bury it in the shore

My woman will scatter ash

In the room

And close the door

Merciful hands will cover my name

With sugar and white flour

To sweeten the spirits

And the wind will have the voice of God

There’s a lake inside of me

Immense lake and obscure

Lighting up with bolts

At night

If I shut my eyes tight

I can see sink it

Into my center

To infinity

Tomorrow

I will immerse myself

Body and soul

In its waters of black light

And see everything

With my eyes shut

La canzone del guanal

C’è un lago dentro di me

Un lago immenso e oscuro

Di notte si accende

Di folgori silenziose

Se chiudo gli occhi

Posso vederlo sprofondare

Nel mio centro

All’infinito

Domani mi immergerò

Anima e corpo

Nelle sue acque di luce nera

E tutto vedrò

Ad occhi chiusi

Un amico laverà i miei vestiti

E li seppellirà a riva

La mia donna spargerà cenere

Nella stanza

E chiuderà la porta

Mani pietose copriranno il mio nome

Di zucchero e farina bianca

Per addolcire gli spiriti

E il vento avrà la voce di Dio

C’è un lago dentro di me

Un lago immenso e oscuro

Di notte si accende

Di folgori silenziose

Se chiudo gli occhi

Posso vederlo sprofondare

Nel mio centro

All’infinito

Domani mi immergerò

Anima e corpo

Nelle sue acque di luce nera

E tutto vedrò

Ad occhi chiusi

I commenti sono chiusi.